Comunicati

Le Donne liberali radicali ticinesi hanno preso posizione sulla riforma AVS21 in votazione il 25 settembre: l'invito a votare SI è arrivato al termine di una stimolante discussione tra le granconsigliere Alessandra Gianella e Cristina Maderni e con la moderazione di Fulvio Pelli. Il voto dell'assemblea rispecchia l'esito del sondaggio promosso tra la base del movimento, che ha sostenuto a maggioranza la riforma.

Leggi tutto

Sul tema AVS21 si voterà il 25 settembre. Per dare la possibilià alle donne liberali radicali di esprimersi sul progetto, le DLRT hanno lanciato un sondaggio che sarà tema di discussione all’assemblea del 7 settembre: i risultati saranno presentati unitamente agli interventi della capogruppo Alessandra Gianella e della granconsigliera Cristina Maderni così da arrivare a una raccomandazione di voto rappresentativa. L'invito alle Donne liberali radicali della presidente Mari Luz Besomi-Candolfi.

Leggi tutto

È ufficiale: le Donne liberali radicali sono riuscite nell’impresa di raccogliere più delle 100'000 firme necessarie, che decretano formalmente il successo dell’iniziativa per l’introduzione dell’imposizione individuale. Il lancio dell’inziativa è una prima nella storia del Donne del PLR che hanno deciso di scendere in piazza, alzare la voce e dimostrare di avere il coraggio di cambiare le cose. Il risultato è li da vedere, nelle firme raccolte a tre settimane dal termine: un’impresa che rende tutte noi, donne liberali radicali orgogliose.

Leggi tutto

Se la pandemia ha avuto un merito, è certamente di aver stimolato tanti ticinesi e svizzeri a riscoprire le bellezze del nostro territorio. Un bene inestimabile che secondo la granconsigliera Diana Tenconi necessita di “progetti condivisi e sostenibili tra “aree urbane” e “zone montane” che possano valorizzare, nel rispetto dell’ambiente, tutte le economie locali, sia esse in un quartiere cittadino tra gli spazi periurbani o in cima ad una montagna”.

Leggi tutto

“Helvetia chiama!”, la campagna delle donne in politica, sta facendo il giro dei Cantoni. Prossima fermata: Ticino. L’obiettivo è di promuovere un maggiore equilibrio di genere in politica così da garantire una democrazia più rappresentativa e paritaria. L’evento di lancio avrà luogo venerdì 16 settembre alle 18 nella Sala del Gran Consiglio a Bellinzona, e vedrà coinvolte personalità che si sono particolarmente distinte a livello cantonale e/o nazionale per la carriera politica o professionale. In occasione della Giornata internazionale della democrazia, “Helvetia chiama! Ticino” mette il focus sulla rappresentanza di donne e uomini in parlamento quale elemento centrale per una democrazia più equa.

Leggi tutto

Il 25 settembre saremo chiamate/i a votare sulla riforma AVS21 che si propone di dare un futuro al sistema pensionistico. Su un tema tanto complesso anche per gli stessi addetti ai lavori, vi proponiamo l’opinione della capogruppo in Gran Consiglio, Alessandra Gianella, secondo la quale “la sensibilità femminile deve riuscire a farsi sentire di più” soprattutto in un settore come quello della previdenza vecchiaia.

Leggi tutto

È giunto il momento di mettere in pratica un sistema fiscale equo. Per questo è importante continuare a fare pressione sostenendo l'iniziativa delle DLR, indipendentemente dal progetto del Consiglio federale, la cui consultazione è attesa per l’autunno 2022. Chiunque crede nella giustizia fiscale e nelle pari opportunità dovrebbe firmare l'iniziativa oggi stesso!

Leggi tutto

Ancora nel 2022 le donne devono continuare dimostrare di valere per riuscire. Donne sulle quali Il Partito liberale radicale ha la fortuna di poter contare, alcune note, altre meno, ma tutte con un’ambizione femminile di fondo, alla quale ispirarsi per arrivare a quell’effetto positivo che ci permetterà di raggiungere la parità nel 2030 e di aumentare la rappresentanza femminile nei parlamenti, nei governi e nella politica locale alle elezioni del 2023 e del 2024. Con la newsletter di giugno apriamo una finestra su queste Donne, iniziando dalle nostre granconsigliere.

Leggi tutto

Le Donne liberali radicali sostengono l'introduzione del consenso nel Codice penale in materia di reati sessuali.

Leggi tutto

Amnesty International ha commissione uno studio all’Istituto di ricerca gfs.bern, presentato lo scorso 12 aprile, che dimostra che gli abitanti della Svizzera ritengono che un sì esplicito è il modo più sicuro per garantire che il sesso sia consensuale.

Leggi tutto